Le comunità che ce la vogliono fare alla Festa dei Borghi Autentici


Satriano, Moliterno, Grottole, Aliano, San Mauro Forte e Rotondella alla Festa dei Borghi Autentici d'Italia
Festa dei Borghi Autentici d'Italia nella P.zza di Biccari 
Sono già tutta un fremito al pensiero che dal 15 al 18 giugno sarò ospite della Festa Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia a Biccari (Fg) per un press tour della quattro giorni di convegni, incontri, musica, cultura e gastronomia da tutto lo stivale, tra cui anche Satriano, Moliterno, Aliano, Grottole, San Mauro Forte e Rotondella: i sei borghi lucani aderenti alla rete dei 250 che hanno deciso di "potercela fare e farcela a modo proprio".


Satriano, Moliterno, Grottole, Aliano, San Mauro Forte e Rotondella alla Festa dei Borghi Autentici d'Italia

Piccole comunità, piccoli e medi comuni, enti territoriali e organismi misti di sviluppo locale hanno deciso di non lamentarsi più, di non rimanere più bloccati di fronte alla paura del futuro e di non inseguire più modelli industriali e globalizzati per resistere agli sbandi del presente ma di fare della propria unicità e identità la carta iniziale per rientrare in partita e vincerla. Come? Riunendosi intorno al progetto Borghi Autentici d'Italia e contribuendo a dar forma a uno strumento di aggregazione e sviluppo delle piccole aree interne e, soprattutto, condividendo esperienze e buone pratiche di una filosofia che parte dall'assunto che "piccolo è bello" se si hanno "occhi grandi per guardare". Ma se hai problemi di vista ecco l' Associazione Borghi Autentici d’Italia: un catalizzatore di soggetti che hanno come obiettivo un modello di sviluppo locale sostenibile, equo, rispettoso dei luoghi e delle persone, attento alla valorizzazione delle identità locali. Obiettivo comune: riscoprire i borghi italiani quali luoghi da vivere, sostenere e preservare. Preservare sopratutto la loro demografia, quella più giovane e dinamica, quella che fugge nelle città in cerca di occupazione o riscatto, che sogna il caos urbano per tacitare pensieri caotici di un futuro che rimane oscuro anche prendendo tutti i giorni una metropolitana. E se il viaggio fosse al contrario? Se si riuscisse a invertire la rotta? Quanti di questi giovani sognano le loro montagne e il gusto dell'infanzia di un pane, pomodoro e olio, quello vero, autentico, che preparava la mamma per merenda, in cui il pomodoro sa veramente di pomodoro e l'olio... l'olio è un fiume dorato che ti rimette in circolo il sangue della terra, la tua. L'inversione desiderata è possibile, anzi è già in atto in molti di questi 250 borghi che hanno detto sì all'originalità delle origini e all'orgoglio di un'identità frutto di colture, culture, paesaggi e gusti che non si barattano per quattro soldi sporchi, maledetti e subito.

Satriano, Moliterno, Grottole, Aliano, San Mauro Forte e Rotondella alla Festa dei Borghi Autentici d'Italia

I Borghi Autentici percorrono le strade della nuova Soft Economy: un'economia in grado di coniugare coesione sociale e competitività, innovazione e identità, conoscenza e creatività, storia dei territori e qualità del futuro, elettronica avanzata e prodotti tipici. Tutto questo si chiama "Comunità Ospitale" ovvero una comunità sinonimo del buon vivere, di gusto, di un saper fare creativo e di una dimensione sociale dolce, aperta all'esterno e coesa all'interno. L'indicatore di ben-essere non è più il PIL (Prodotto Interno Lordo), non ancora il FIL (Felicità Interna Lorda) ma il PIQ (Prodotto Interno Qualità): qualità della vita.

Satriano, Moliterno, Grottole, Aliano, San Mauro Forte e Rotondella alla Festa dei Borghi Autentici d'Italia

Ora passiamo alla Festa di questi borghi, che quest'anno si tiene a Biccari, nel cuore della Daunia proprio per celebrare l'Anno dei Borghi indetto dal Mibact. A musica tradizionale, incontri con autori ed esperti culturali, voli in mongolfiera, street food da tutta Italia, laboratori danze e tanto altro ancora, si aggiungono momenti di riflessione e confronto fondamentali per questo nuovo tipo di pensiero economico e di visione futura. Molto atteso è l’approfondimento di giovedì 15 giugno alle 16,30 sul tema “Un nuovo pensiero positivo nelle pratiche di sviluppo locale” e quello di venerdì 16 giugno sempre alle 16.30 “Turismi e sfide. Rafforzare l'economia turistica nel quadro di una crescita sostenibile”, momento di confronto e presentazione del “Piano Strategico Nazionale del Turismo” e del nuovo “Piano Turistico Regionale della Regione Puglia” e del loro contributo strategico per costruire azioni e politiche innovative per lo sviluppo turistico dei borghi nell’ambito dell’Anno dei Borghi e del progetto che lo realizza “Borghi Viaggio Italiano”.

Satriano, Moliterno, Grottole, Aliano, San Mauro Forte e Rotondella alla Festa dei Borghi Autentici d'Italia

Ma per non essere troppo seri, i dibattiti previsti si alterneranno a grandi protagonisti della cultura e della musica territoriali come il poeta-paesologo Franco Arminio o i Cantori di Carpino, ma anche Emilio Casalini e il suo “Rifondata sulla Bellezza”, I Tamburellisti di Otranto, la mostra di fumetti satirici di Maurizio De Tullio, l' Orchestra Popolare La Notte della Taranta... e per finire, la Festa nazionale dei Borghi Autentici si concluderà domenica 18 alle 13,00 con il “Convivium Autentico”, tavolata gigante con tutti gli amici dei borghi e gli invitati presenti. Insomma una festa dai mille ingredienti per conoscere, amare, gustare, camminare.

Satriano, Moliterno, Grottole, Aliano, San Mauro Forte e Rotondella alla Festa dei Borghi Autentici d'Italia


Post più popolari